Da Agadir a Les Peintures

Agadir, Tan-Tan, Foum Agoutir, Tafraoute

Agadir era su 29.02.1960 – Così quasi esattamente 48 Anni – quasi interamente distrutta da un terremoto breve. 15.000 I residenti poi hanno perso la vita - quasi 1/3 gli abitanti.

La città è stata completamente ricostruita ed è ora sia per nuotare popolare- e turistico, nonché un importante porto- e città industriale. Presumibilmente si tratta di questo nuovo inizio di Agadir può piuttosto apparire come una città europea.

Visiteremo il sopra su una 230 m di alta collina che si trova Kasbah, una delle poche attrazioni conservato, con ampie vedute delle strutture portuali, la baia con lunga spiaggia di sabbia e la città.

Poi si va alla strada principale a più corsie attraverso la città, passato il palazzo reale direttamente al supermercato Marjane, che si trova a sud del centro, appena fuori, sulla strada principale.

Dopo aver riempito i nostri inventari, guidiamo sulla N1 sud a Tiznit, nella ben nota per il suo capoluogo bella gioielli in argento.

Di fronte al campeggio restiamo nel parcheggio al supermercato. Qui è possibile la ricezione di WLAN aperte direttamente nel veicolo. Il nostro tour del centro storico, costruito in tipico stile deserto cominciamo a Bab Oulad Jarrar, uno dei sei obiettivi, che ci avvicina al nostro posto alloggio porta dalle mura della città alta.

Uomo(n) può qui la resistenza delle donne(in) ammirare, dopo che l'impresa di gioielli 30 con la consegna quasi identico, ancora bisogno di studiare la vetrina del 31 Affari scrupolosamente.

Indubbiamente qui bigiotteria artigianale ottimamente artigianale offerti.

Confortevole, controlliamo la mattina dopo oltre Aglou-Plage, sulla splendida costa di Sidi Ifni a.

Informazioni su 10 vor km Sidi Ifni, di fronte a un piccolo campeggio, girare a destra una strada sterrata verso la costa vicina da. Parcheggiamo sulle rocce e scendiamo alla spiaggia di sabbia a sinistra - per così dire, a sud verso Sidi Ifni. Forse 1-2 km poi raggiungiamo due gigantesche, Plasmato da rocce di natura Goals, il molto ci ricordano l'Arches NP / USA.

Dopo una lunga passeggiata sulla spiaggia si nell'ex enclave spagnola Sidi Ifni, l'annuale 1969 di nuovo tornato in Marocco.

Restiamo sul semplice CP El Barco direttamente sul muro alla spiaggia di sabbia. Sulla piazza davanti al cancello del CP, è possibile ricevere un open Wi-Fi.

Una passeggiata sulla spiaggia di sabbia ci porta a nord di interessanti formazioni rocciose delle scogliere e rocce, che vengono annullati da questo.

The Rocks brillano in ogni colore immaginabile, soprattutto in rosso- e marrone di tutte le sfumature. Il modo divertente si può andare con la bassa marea.

Da Sidi Ifni guidiamo sulla N12 da un paesaggio montano contrastante dopo Guelmim, la porta del Sahara. Sulla strada con poco traffico viene il nostro primo branco "navi del deserto" contatore.

Ci fermiamo, per consentire agli animali di passare in modo sicuro e dallo spettacolo divertirsi.

A Guelmim mostra la Navi a un incrocio, che noi abbiamo il diritto.

Diffidiamo Navi, dal momento che né un cartello stradale può essere visto, ma la strada "guarda a destra come la strada principale per l'Africa" ​​ed è un po 'più avanti per vedere una rotatoria.

La rotatoria porta difficilmente ulteriori conoscenze in forma di segni utili, in modo che ci fermiamo.

Non siamo ancora propriamente, ci parla un anziano marocchino in tedesco: "Dove vai?«. Come si è visto, ha ha 17 Anni vissuti in Germania e ha lavorato presso una catena di supermercati come un driver, è ora in pensione e vende auto usate provenienti da Francia e Spagna a Mauritania e Mali.

Insiste, per mostrarci come passeggero su un ciclomotore modo di Tan-Tan (Navi aveva ragione). Ad un certo punto,, l'altro itinerario appare chiaramente come lui, Lasciare nuovamente per una conversazione. In perfetto tedesco ci dà informazioni sulla zona e la distanza supplementare a Dakhla. Rifiuta una punta, ma chiede conducenti di ciclomotori per bere una birra - per così dire, il carburante per alimentare.

Ora siamo da un deserto steppa sempre a secco di Tan-Tan go.

A volte, si rivolgono a noi SUV quasi esclusivamente con l'alta presa d'aria montato e autocarri pesanti singoli contatore.

Nel SUV, formare le spesso piccoli convogli, Seduti figure solitamente mascherati con turbanti neri. Presumibilmente, gli uomini le loro merci trasportate nella città

Dopo interessante in auto si raggiunge Tan-Tan. Gli oltre la N1 "bacio" dromedari all'ingresso sono state purtroppo distrutte durante una tempesta e sostituiti con quelli nuovi, il diritto piuttosto spettacolare e sinistro della strada sono.

Tan-Tan si trova sul bordo nord-occidentale del Sahara e qui ha avuto inizio il 6.Nov. 1975 la marcia verde (Marcia Verde) per la liberazione del Sahara Occidentale.

Ci siamo fermati al primo controllo di polizia dal momento che siamo in Marocco.

Probabilmente è solo curiosità, perché il poliziotto amichevole non sarà nemmeno vedere le nostre carte, solo una breve e piacevole conversazione, da dove veniamo e dove stiamo andando.

Così si va avanti El Ouatia (Precedentemente Tan-Tan-Plage) lungo la costa a Sidi Akhfennir a. In ambiente asciutto, attraversiamo diversi wadi (Alvei), che si aprono in un bellissimo paesaggio in Atlantico.

Il bel mezzo del nulla, veniamo come una sorpresa per il primo "intensificato" controllo di polizia a causa della sua vicinanza al Sahara Occidentale, quando diamo il nostro "Fiches de renseignement". Qui ci sono è una forma in cui i dati personali inseriti.

Abbiamo compilato un modulo con i dati costante, copiato diverse volte e contribuiscono, se necessario cambiare i dati (Partenza / Arrivo) in una delle copie, che poi consegnato alla polizia.

Senza un modulo compilato, si deve lasciare i passi e l'ufficiale annotato i dati rilevanti. La 'fiche' risparmiato un periodo di attesa e il lavoro di ufficio polizia.

A pochi metri dopo il controllo della polizia che rotolare con i serbatoi quasi vuoti alle stazioni primi gas con il più economico diesel Sahara Occidentale.

Abbiamo rifornimento presso un distributore di benzina, in diversi camionista locale rifornimento di pagamento convertito 0,398 EUR pro Liter. Naturalmente, siamo pienamente ricaricare.

Dal El Ouatia siamo ora ca. 100 km guidato da un paesaggio desertico e raggiunto il primo posto Sidi Akhfennir.

Qui abbiamo il permesso all'esercito di rimanere presso la laguna (Foum Agoutir) raggiungere. Impariamo dal capo militare amichevole, interferiamo con pelo, che il Segretario di 15:00 Pausa pranzo ha. Um come. 16:00 lui è lì poi finalmente e ci ha dato una scritta a mano, approvazione senza forma.

Il permesso è ottenuto all'ingresso nord sulla destra prima del ponte. Qui ci sono diversi edifici con bandiere nazionali marocchini. Nell'edificio posteriore destra (Funkmast) si trova appena dopo l'ingresso lasciato l'ufficio del segretario.

Anche il viaggio per il 22 km a sud di Sidi Akhfennir vicina laguna è bellissima. Vediamo dune di sabbia dorata sotto un cielo blu nelle luci a distanza.

Le alte dune di sabbia formano una barriera naturale verso l'Atlantico.

Tuttavia, l'acqua di mare può fluire dietro le dune di sabbia, e quindi ha un ca. 20 formata km di lunghezza verde laguna, con una zona ricca di questi animali del deserto- e fauna possono vantare.

In tutto il Parco Naturale Khnifiss ci sono molte specie di uccelli (z.B. Fenicotteri), Conchiglie, Crostacei, numerose specie di pesci, Serpenti (Nord cobra africano), Gechi, Chameleons, Scorpions, Tartarughe, Desert Foxes, u.v.a.m.

Il garante protezione della natura in laguna può mostrare tutti gli animali selvatici del parco sulla base di un opuscolo.

Rimaniamo sulla scogliera ca. 10 m sulla laguna e vedere attraverso la laguna attraverso le dune di sabbia e l'Atlantico.

Non si può descrivere, Che bel posto la natura ha creato qui. I colori brillanti e forti contrasti, la variazione durante il giorno, può essere riprodotta solo fotografie insufficientemente.

Alla laguna c'è sempre vento, l'aria è velato e temperatura aumenta entro poche ore a circa 10 ° C. Un cambiamento del tempo è in arrivo, che è il motivo per cui spendiamo un giorno prima dopo Tan-Tan indietro. Il vento è feroce, Ci incontriamo su cumuli di sabbia e l'aria diventa giallo - una piccola tempesta di sabbia.

Oggi vogliamo in Ksar Tafnidilt rimanere a nord di Tan-Tan. Una pista, cui si diramano le Oued Draa, ci conduce CÀ. 6 km a Ksar Tafnidilt, nei pressi di una vecchia fortezza.

Guidiamo su Guelmim e Sidi Ifni-back a Tiznit, da cui si dirama la strada per Tafraoute in Anti Atlas.

Il loop attraverso Tafraoute abbiamo volutamente collocato sulla via del ritorno, poiché in questa direzione sullo stretto, di solito non garantiti Bergstrassen viaggia principalmente sul lato della montagna.

Dotato di una vista mozzafiato in uno scenario naturale di estrema bellezza si tratta di Tafraoute. La fioritura dei mandorli incipiente e molti singoli Arganien sottolineano la bellezza austera del paesaggio.

Le montagne intorno Tafraoute è una delle regioni più ricche del Marocco, come discende da qui in tutto il Marocco commercianti attivi e gli imprenditori. Abbiamo soggiornato in un palmeto circondato da grandi montagne.

Per ottenere la Les Peintures, abbiamo bisogno di alcuni chilometri a AGuard Oudad destra, su una buona pista. L'artista belga Jean Verame ha creato qui nella solitudine assoluta di un'opera d'arte, da roccia verniciato in armonia con l'ambiente in diversi colori.

Purtroppo i colori sbiadiscono già. Guidiamo per le piste ulteriormente, che ci porta alla strada per Tahala, da dove si attraversa la valle molto bella di Ammeln fino a Tafraoute.

La pendenza della "Les Peintures" ad ovest alla strada per Tahala non è al momento una macchina normale accettabile, perché è stato spazzato via in un luogo.

Sulla R105 prendiamo alcuni molto stretta strada di montagna con poche alternative di Ait Baha e Biougra a Agadir. Abbiamo una vista magnifica nelle valli profonde e lunghe. Le montagne scintillanti in tutte le sfumature immaginabili del marrone, in parte la fusione in rosso e giallo. I colori delle case, l'area in forma, o consapevolmente prendere le distanze da questi ultimi da accento colorato.

Soprattutto in pista per Ait Baha siamo lieti di avere la montagna dalla nostra parte.

All'improvviso vede un allenatore dietro la curva e ci si trova quasi paraurti a paraurti contro.

La corsia asfaltata è appena più largo il nostro veicolo, a sinistra si va verso il basso non garantito, destro della montagna.

Guidiamo lentamente all'indietro e ci spingiamo ad un corpo leggermente più ampio così vicino alla montagna, che noi siamo già con una leggera angolazione.

L'allenatore stringe delicatamente tra collina e oltre noi. Non vorremmo sedersi in pullman, da allora le escursionista sulla finestra di destra garanzie solo visto la valle profonda e non più su strada.

Per Biougra ricadiamo in una tempesta di sabbia lieve, in cui anche il Navi spesso perde il suo orientamento. Restiamo un paio di giorni sul CP Atlantica Parc, dove vogliamo portare la sabbia fuori del veicolo con un "pulizie di primavera". Manutenzione minore sarà inoltre effettuata.

Dopo che vogliamo continuare nella città reale di Marrakech.

Immagini

Galerie Naturpark Khnifiss Laguna Naila

La già ampia galleria del diario di viaggio sarebbe sovraccaricato di più foto della laguna. Tuttavia, l'interessato non dovrebbero essere privati ​​di queste immagini, che è il motivo per cui abbiamo istituito una galleria con le foto della Laguna Naila.

“Tutti, la mantiene la capacità, Bello vedere,
non potrà mai invecchiare.”
(Franz Kafka, 1883-1924)